torna alla lista sintetica home page


preview






563.0.0
Karissimus Mathei de Interamna <publicus imperiali auctoritate notarius et iudex ordinarius>
Ruolo: notaio
Tipologia: reformatio
Tradizione: originale
Regesto: I priori insieme agli illustres doctores dominus Vincens de Paradisis, dominus Alfonsus de Federicis e dominus Iulius de Pacificis e ai banderari Liberoctus Tadei, Franciscus Iohannis Chioppe e Antonius Stefani Letroni, deputati dal Consiglio generale il 26 dicembre 1491 a riformare gli statuti cittadini, redigono alcuni nuovi articoli (di cui purtroppo è dato conoscere solo i primi 10 e gli ultimi tre, a causa del fatto che dell'originario quaderno non resta che il foglio più esterno) che vi dovranno essere inseriti: i primi otto relativi alle pene e alle procedure da seguire contro chi ingiuri, ferisca o uccida un ufficiale o un magistrato comunale, il nono relativo a quelle per chi non accetti la tregua impostagli dal podestà o chi per lui, il decimo (incompleto) al divieto per il Consiglio cittadino di concedere la grazia a chi commettesse uno dei reati di cui agli articoli precedenti; il terzultimo (incompleto) impone che sia istituita una cassetta nella quale far confluire delle "apodisse" contenenti il nome del delinquente e il reato da lui commesso, (ma a causa delle lacune di cui sopra non è possibile sapere chi ne debba essere l'estensore nè le fattispecie di reato cui si debbano riferire quelle cedole: si fa riferimento anche a coloro che praticano giochi proibiti, ai macellai che macellano su commissione degli ebrei e a chi va nei monasteri, lavora o apre la sua bottega nei giorni festivi); il penultimo stabilisce una pena di 50 ducati d'oro da scalarsi dal salario del podestà che, in caso di inimicizia o odio tra ternani, richiesto da una parte, non costringa l'altra a una tregua di almeno 10 anni; l'ultimo regolamenta la presenza di prostitute e lenoni in città durante la fiera.
Note tergali: - 1491 - Statuti novi fatti da sei deputati eletti (XVII)
Actum: Actum in audientia secreta palatii dominorum priorum
29 dicembre 1491
membranaceo; 356 x 215mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
830PInvia segnalazione
563.0.1
Perhieronimus ser Permarini de Peroctis de Interamna <publicus imperiali auctoritate notarius et iudex ordinarius>
Ruolo: notaio
Tipologia: confirmatio
Tradizione: originale
Regesto: Dominus Crispoltus de Crispoltis da Rieti, luogotenente del governatore di Terni, conferma gli articoli redatti dai riformatori di cui alla scheda 563, facendo riferimento ad un ulteriore articolo contro la blasfemia contenuto evidentemente nella parte di documento andata perduta.
Actum: Actum in domibus solite residentie (…) domini gubernatoris
19 marzo 1492
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
831PInvia segnalazione
M, 55
Mediocre
Tagli, macchie, inchiostri sbiaditi ed erasi
Secolo XVII: - n° 14 - Mutius Iozzius deputatus
Secolo XVIII: Sub n° 225
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 8344 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica