torna alla lista sintetica home page


preview






356.0.0
Stephanus Rossini de Sancto Iusto <publicus imperiali auctoritate notarius et nunc notarius reformationum et cancellarius civitatis Int>
Ruolo: notaio
Franciscus dominus Allevoli de Perusio <giudice e assessore del vicario Iacobus Contis de Archipresbiteris de Perusio>
Ruolo: rogatario
Nobilis ser Anestasii de Interampna <notaio roborator>
Ruolo: testimone
Neapoleo ser Anestaxii de Interampna <notaio roborator>
Ruolo: testimone
Nicola Clericutii di Terni
Ruolo: testimone
Vannillus Ugolini di Terni
Ruolo: testimone
Cicchus Iacobutii de Po[r]çano
Ruolo: testimone
Iohannictius Angelicti di Terni
Ruolo: testimone
Tipologia: copia autentica
Tradizione: originale
Regesto: Il notaio Stephanus Rossini de Sancto Iusto redige copèoia della lettera inviata dal vicario generale Philippus agli ufficiali della provincia del Patrimonio.
Note tergali: - Copia declarationis […](XV) - […] copia declarationis […] numero focular[…] (XVII) - 1371. 26. Iunii (sic) - Reductio foculariorum ad 1200 de ordine Legati (XVII)
Actum: Actum in palatio comunis Interampne positum de capite inferiori
19 gennaio 1373
membranaceo; 751 x 202mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
588PInvia segnalazione
356.0.1
Tipologia: lictera executoria
Tradizione: copia di copia
Regesto: Philippus (Cabassole N.d.A. Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, I, pp. 21; 38) - vescovo di Sabina, vicario generale del ducato di Spoleto, Campagna, Marittima e delle terre "nullo medio subiecte", nonchè Legato "de latere" per conto della Chiesa - comunica agli ufficiali del Patrimonio come, in una petizione a lui indirizzata, la comunità ternana si lagnasse (dopo averlo già fatto presso il suo predecessore) del numero dei focolari calcolati per l'esazione del tributo da versare per la guerra contro i perugini, e come Petrus ordinasse al suo luogotenente Arcivescovo di Braga di ridurre il numero dei fuochi "tassabili" da 2000 a 1200 (mantenendo l'importo di un fiorino e mezzo "pro quolibet foculare"), per un introito di 1710 fiorini d'oro annui; nella stessa petizione, inoltre, ci si lamenta anche che, su ordine del vescovo lucano, commissario e vicario dello stesso Petrus, fosse stato aggiunto un altro tributo di 90 fiorini per stipendiare truppe impiegate contro "quadam sotietatem que tunc congregabatur in partibus Aquilanis". Philippus ordina ai suoi ufficiali di non gravare più la comunità ternana con il tributo di 90 fiorini e, in mancanza di stime precise, di considerare valido e ragionevole il computo di 1200 "focularia". (Cfr. sch. 356.0.0.; 458; 467)
Actum: Datum Perusii
26 luglio 1372
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
589PInvia segnalazione
G, 35
Buono
Contrazioni del supporto; macchie
Secolo XVIII: - Sub n° 207
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 11666 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica