torna alla lista sintetica home page


preview






31.1.0
Tipologia: procuratio
Tradizione: originale
Regesto: Il podestà Petrus de Vico e i Consigli generale e speciale del comune di Narni nominano Nicolaus Romacii sindaco e procuratore del Comune di Narni con l'incarico di promettere a Magister Paulus Iovannis Gregorii, sindaco e procuratore ternano, il rispetto dei patti di cui alla scheda n. 31.2.1.
Note tergali: Pact(a) i(n)t(er) concordie cum civitate Narnie sic) (XVI-XVII)
24 novembre 1258
membranaceo; 394 x 244mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
52PInvia segnalazione
31.2.1
Nicolaus <imperiali auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Iohannes dominus Guidonis Machabei <iudex (Comunis)>
Ruolo: testimone
Mactheus Laurini dominus Thome <iudex (Comunis)>
Ruolo: testimone
Iacobus dominus Petri Ierardi <iudex (Comunis)>
Ruolo: testimone
Angelus Appilliaterre dominus <iudex (Comunis)>
Ruolo: testimone
Raynaldus Gratine
Ruolo: testimone
Anestasius Iohannis Monace
Ruolo: testimone
Thomas Golate
Ruolo: testimone
Tipologia: procuratio
Tradizione: originale
Regesto: Il Consiglio generale e speciale, il Consiglio di credenza e i sessanta boni homines insieme a Dominus Lupicinus, capitano del popolo di Terni, nominano magister Paulus Iohannis Gregorii sindaco e procuratore della città con l'incarico di promettere a Nicolaus Romacii, sindaco e procuratore del Comune di Narni: la restituzione di tutti gli uomini - con le loro famiglie e i loro beni - provenienti dai castelli di Perticara, Isola, Collescipoli, Rocca Carlea ed altri luoghi del distretto narnese, che da 18 anni a quella data si erano trasferiti nella città di Terni e l'impegno a far sì che, nel caso che questi non volessero tornare ai propri luoghi d'origine, fossero banditi in perpetuo dalla città di Terni e dal suo distretto (solo sei di quelle famiglie sarebbero potute rimanere a Terni a patto che, relativamente ai beni immobili posseduti nel distretto di Narni, si fossero sottoposte alla giurisdizione di quel Comune); la distruzione e il parziale riempimento dei fossi costruiti nei pressi della chiesa di San Valentino con l'eccezione di quello che correva ai piedi di quell'edificio detto la Botte, che non avrebbe dovuto essere toccato in alcun modo; che il Comune e i cittadini ternani non avrebbero accolto in città chi fosse stato bandito da Narni (e vice versa per ricevere simile promessa dal sindaco narnese); di prosciogliere gli abitanti dei castelli sopradetti da ogni obbligazione nei confronti del Comune ternano; di obbligare i ternani ad onorare i loro debiti nei confronti di creditori narnesi (e vice versa per ricevere simile promessa dal sindaco narnese); di ritenersi e dichiararsi soddisfatto, a nome del Comune di Terni, riguardo agli ostaggi e ai prigionieri ternani detenuti presso Narni e Miranda che questi promettevano di liberare; di distruggere la torre detta Botte, come sembrò opportuno e piacque a Pietro di Vico; che quanto sopra stabilito non andasse a vantaggio di Terni o dei ternani riguardo alla questione relativa alla chiesa di S. Valentino e ai suoi possedimenti e pertinenze, né nuocesse a Narni e ai narnesi; una pace ferma e duratura tra le due città e i loro cittadini e particolarmente con i signori di Miranda e gli uomini di Stroncone e Sangemini e di accettare, in caso di trasgressione, una penale di 4.000 marche d'argento.
Note tergali: - Comunis. (XIII) - Exemptio pedagii et gabelle pro civitate Interanne et eius hominibus per civitatem Narnie et eius territorium (XV-XVI) - 1253 (XVII)
Actum: in palatio domini pape
26 novembre 1258
membranaceo; 756 x 208mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
53PInvia segnalazione
31.2.2
Nicolaus <imperiali auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Nicolaus dominus Leonardi de Narnia
Ruolo: testimone
Marcus dominus Rapecçi de Narnia
Ruolo: testimone
Guidus dominus Bartholomei Catinactii de Narnia
Ruolo: testimone
Phylippus dominus <episcopus interamnensis>
Ruolo: testimone
Iohannes dominus Guidonis Machabei
Ruolo: testimone
Matheus dominus Thome
Ruolo: testimone
Gentilis dominus Falconis
Ruolo: testimone
Tradizione: originale
Regesto: Magister Paulus Iohannis Gregorii - sindaco e procuratore del Comune di Terni - e Nicolaus Romacii, suo omologo narnese, alla presenza del notaio e di alcuni testi si impegnano reciprocamente a rispettare e far rispettare i punti espressi nelle rispettive procure (vd. atti precedenti); viene data la lista di tre delle sei famiglie che potranno continuare a dimorare a Terni: Quiricus Iohannis Manassei e suo nipote Manasseus con la sua famiglia, Petrus Phylippi e famiglia e Andreas Massei Henrici e famiglia.
Note tergali: Comunis. (XIII) Exemptio pedagii et gabelle pro civitate Interanne et eius hominibus per civitatem Narnie et eius territorium (XV-XVI) 1253. (XVII)
Actum: in palatio extra Bocte
1 dicembre 1258
membranaceo; 588 x 194mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
54PInvia segnalazione
31.2.3
Nicolaus <imperiali auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Iohannes dominus Guidonis Machabei
Ruolo: testimone
Matheus dominus Thome
Ruolo: testimone
Angelus dominus de Cammerino
Ruolo: testimone
Nicolaus Pauli Tebalductii
Ruolo: testimone
Nicolaus Petran[i]
Ruolo: testimone
Nicolaus Petri Iohannis
Ruolo: testimone
Tradizione: originale
Regesto: Dominus Iacobus Petri Gerardi de Tuderto, giudice e vicario di Terni, e magister Paulus Iohannis Gregorii, sindaco, convocano nel palazzo del papa gli uomini originari di Rocca Carlea dimoranti a Terni per comunicare loro che, in base a quanto stabilito nel documento precedente, coloro i quali si fossero stabiliti in città da non più di 18 anni erano sciolti da ogni obbligo o promessa fatta al comune cittadino e concedono loro il termine di un giorno per lasciare la città; i convocati rispondono di non aver contratto né subito alcuna obbligazione in tal senso.
Note tergali: -Comunis. (XIII) -Exemptio pedagii et gabelle pro civitate Interanne et eius hominibus per civitatem Narnie et eius territorium (XV-XVI) -1253. (XVII)
Actum: in palatio domini pape
3 dicembre 1258
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
55PInvia segnalazione
31.2.4
Nicolaus <imperiali auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Iohannes dominus Guidonis
Ruolo: testimone
Matheus dominus Thome
Ruolo: testimone
Paulus dominus Iohannis
Ruolo: testimone
Scambius Infanti
Ruolo: testimone
Tradizione: originale
Regesto: Nello stesso giorno e luogo vengono convocati gli uomini di Perticara e Collescipoli residenti a Terni ai quali il sindaco comunica quanto esposto nell'atto precedente agli uomini provenienti da Rocca Carlea. (Cfr. atti precedenti)
Note tergali: -Comunis. (XIII) -Exemptio pedagii et gabelle pro civitate Interanne et eius hominibus per civitatem Narnie et eius territorium (XV-XVI) -1253. (XVII)
Actum: in palatio domini pape
3 dicembre 1258
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
56PInvia segnalazione
A, 3
Pessimo
Lacerazioni e infelice tentativo di restauro che ha contibuito a peggiorare la condizione degli inchiostri
Secolo : Cfr. 30.1
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 66135 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica