torna alla lista sintetica home page


preview






287.0.0
Tipologia: copia semplice
Tradizione: copia
Regesto: Registro delle quietanze dei pagamenti fatti dalla comunità ternana alla camera apostolica o la suo tesoriere, redatto dal notaio Venantius magistri Iacobi de Monte Sancte Marie in Cassian[…], cancelliere del Comune di Terni per conto del legato pontificio in Italia, contenente 12 atti, in copia e in originale, rogati dal 1363 al 1366; l'ultimo atto, risalente al 1369, risulta rogato dal notaio Iohannes quondam ser Petri de Bandinis de Imola, anch'egli cancelliere comunale. Notaio: Venantius magistri Iacobi de Monte Sancte Marie in Cassiano civis Maceratanus publicus imperiali auctoritate notarius et nunc cancellarius et notarius reformationum Comunis civitatis Interampne pro domino nostro domino legato; Iohannes quondam ser Petri de Bandinis de Imola cancellarius dicte civitatis pro sancta romana ecclesia
1363
membranaceo; 338 x 263mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
422PInvia segnalazione
287.0.1
Iohannes Guidoni de Monteflascone <auctoritate alme urbis prefecti iudex ordinarius et publicus notarius et nunc notarius camere dicti>
Ruolo: notaio
Petrus Guillelmi de Viterbio
Ruolo: testimone
Paulus ser Lelli de Colle Veteri
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Il discretus vir magister Angelus Tavernini de Viterbio - tesoriere generale nel Patrimonio di S.Pietro in Tuscia per conto della Chiesa romana - dichiara di aver ricevuto la cifra di 122 fiorini d'oro "cum tertio" quale saldo finale del corrispettivo economico pattuito con i ternani in sostituzione dell'obbligo per questi ultimi di fornire un uomo per ogni "focolare" all'esercito pontificio stanziato presso Ancona; riceve inoltre 32 ducati "ad pondus camere" e 68 fiorini d'oro "ad pondus senensem" come saldo finale del tributo imposto alle comunità soggette nel parlamento generale tenuto a Terni nell'aprile 1361 per l'ausilio alla città di Bologna e infine 33 libbre e 5 soldi "pro lagio" dei detti 122 e 68 fiorini, in ragione di 3 soldi e 6 denari per ogni fiorino; di tutto ciò rilascia quietanza al notaio Iohannes Guidoni de Monteflascone, agente per conto del Comune di Terni.
Actum: Actum in domo olim heredum Tutii Obtinelli
6 maggio 1363
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
423PInvia segnalazione
287.0.2
Petrus quondam Pucciaroni de Porcaria <publicus imperiali auctoritate notarius et nunc notarius dicti domini capitanei et curie Patrimonii>
Ruolo: notaio
Dominicus Iogie de Radicofano
Ruolo: testimone
Marrogius Petrutii de Carbio
Ruolo: testimone
Colutia de Veteralla <notaio della Curia del Patrimonio>
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Il magnificus princeps Iordanus de Filiis Ursi - rettore e capitano generale del Patrimonio di S.Pietro in Tuscia e delle terre di speciale commissione - rilascia a Iohannes Angelutii Paganucii de Interamna quietanza per il pagamento di 60 libbre di denari cortonesi che il Comune di Terni era tenuto a versare annualmente per una metà al conte di Sabina e per l'altra allo stesso principe (Cfr. doc. n° 289)
Actum: Actum in roccha romane ecclesie sita in Viterbii civitate
28 giugno 1363
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
424PInvia segnalazione
287.0.3
Petrus ser Angeli Colutii de Tuschan[ella] <auctoritate olim urbis prefecti iudex ordinarius et notarius et nunc notarius predicti camerarii>
Ruolo: notaio
Petrutius Sclavi de civitate Tuscan[elle]
Ruolo: testimone
Cola Ricii de Puteo Scicilia
Ruolo: testimone
Nardus Scappe de Interampne
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Ser Angelus Colutii Iutii de civitate Tuscan[elle] - camerlengo del nuovo tributo dei "militi" del Patrimonio - dichiara di aver ricevuto da ser Andreas Laurentii de Interamna - agente a nome del Comune di Terni - per il sussidio alla città di Bologna e "pro reparatione pestifere et mangne (sic) societatis" il primo pagamento dei tre previsti pari alla cifra di 88 fiorini d'oro, rilasciandone quindi regolare quietanza.
Actum: Actum in contrata Sarancii, in domo Iacobutii Guidonis de Magaloctis
2 dicembre 1363
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
425PInvia segnalazione
287.0.4
Iohannes Guidotii de Monteflascone <auctoritate alme urbis prefecti iudex ordinarius et publicus notarius et nunc notarius dicti domini>
Ruolo: notaio
Iacobus dominus domini Bartholini de Regio <giudice della Curia generale del Patrimonio>
Ruolo: testimone
Nicolaus dominus Torelli de Prato <giudice della Curia generale del Patrimonio>
Ruolo: testimone
Iohannes magistri Andree de Interampna
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Il discretus vir magister Angelus Tavernini de Viterbio - tesoriere generale nel Patrimonio di S.Pietro in Tuscia per conto della Chiesa romana - a nome e per conto di ser Angelus Colutii Iutii de civitate Tuscan[elle] - camerlengo del nuovo tributo dei "militi" del Patrimonio - dichiara di aver ricevuto da ser Andreas Laurentii de Interamna - agente a nome del Comune di Terni - per il sussidio alla città di Bologna e "pro reparatione pestifere et mangne (sic) societatis" il secondo dei tre pagamenti previsti, pari alla cifra di 88 fiorini d'oro, rilasciandone quindi regolare quietanza.
Actum: Actum in domo heredum Simeonis Lancerii
2 gennaio 1364
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
426PInvia segnalazione
287.0.5
Angelus <camerarius>
Ruolo: notaio
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Ser Angelus Colutii Iutii de civitate Tuscan[elle] - camerlengo del nuovo tributo dei "militi" del Patrimonio - dichiara di aver ricevuto da ser Ludovicus domini Iohannis, come ultimo dei tre pagamenti imposti alle comunità "pro reparatione pestifere et mangne (sic) societatis", il saldo definitivo pari alla cifra di 88 fiorini d'oro, rilasciando relativa "apodissa".
28 gennaio 1364
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
427PInvia segnalazione
287.0.6
Iacobus Iohannis Buyni de Ciamacho <publicus imperiali auctoritate notarius et nunc notarius et officialis generali curie Patrimonii>
Ruolo: notaio
Nicolaus dominus Torelli de Prato <giudice delle cause civili della curia generale del Patrimonio>
Ruolo: testimone
Forgia de Florentia <abitante di Acquapendente>
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Il magnificus princeps Iordanus de Filiis Ursi - rettore e capitano generale del Patrimonio di S.Pietro in Tuscia e delle terre di speciale commissione - dichiara di aver ricevuto da Angelutius Paganucii de Terni - agente per conto del Comune di Terni - 60 libbre di denari cortonesi (13 fiorini e 58 soldi), come parziale pagamento del censo che lo stesso principe era tenuto ad esigere dalle comunità delle terre di Sabina, rilasciando poi regolare quietanza.
Actum: Actum in domo Angeli de dicta terra
30 giugno 1364
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
428PInvia segnalazione
287.0.7
Dinus ser Paulus domini Mini de Canonicis <civis bononiensis publicus imperiali et comunis Bononie auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Becto dominus de Castro Francho <priore della casa di S.Spirito di Viterbo>
Ruolo: testimone
Tomax dominus de Baractis de Parma <giurisperito>
Ruolo: testimone
Çioctus quondam Iacobi de civitate Ortana
Ruolo: testimone
Tipologia: procuratio
Tradizione: copia
Regesto: Il magnificus princeps Iordanus de Filiis Ursi - rettore e capitano generale del Patrimonio di S.Pietro in Tuscia e conte di Sabina - nomina il notaio Thomassus quondam magistri Andree de Miranda suo procuratore con l'incarico di esigere e recuperare dal Comune di Terni 60 libbre cortonesi dovutegli quale parte del salario a lui spettante per il suo incarico nella contea di Sabina e di rilasciarne la relativa quietanza.(Cfr. doc. n°294)
Actum: Actum apud locum residentie Sancti Francisci
6 agosto 1365
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
429PInvia segnalazione
287.0.8
Venantius magistri Iacobi de Monte Sancte Marie in Cassiano <civis Maceratanus publicus imperiali auctoritate notarius et nunc cancellarius et notarius reformat>
Ruolo: notaio
Dilectus ser magistri Iohannis
Ruolo: testimone
Anthonius Blasii de Sancto Gemino
Ruolo: testimone
Petrusbonus magistri Francisci de Interamna
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: originale
Regesto: Il luogotenente, vicetesoriere ed esattore dominus Robertus Phylippi de Sancto Gemino, incaricato dal tesoriere del Patrimonio di San Pietro in Tuscia dominus Angelus Tavernini di esigere da alcune comunità il denaro dovuto alla Camera apostolica per la composizione della pace stipulata dal legato pontificio in Italia con dominus Anecchinus de Bomgardo e la sua "societas" e per il pagamento dello stipendio della compagnia degli "anglici", dichiara di aver ricevuto il 26 luglio dagli ambasciatori ternani ser Perroctus magistri Mathei e Acciaccha Mathei 460 ducati e 240 fiorini buoni gigliati (ad pondus Sancti Gemini) e il 31 dello stesso mese altri 197 ducati e 103 fiorini buoni gigliati da Brancha Ciccholi de Interamna per un totale di 1000 fiorini e rilascia la relativa quietanza.
Actum: Actum in terra Sancti Gemini in quarterio Sancti Nicolai iuxta portam Fadulforum
31 luglio 1365
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
430PInvia segnalazione
287.0.9
Venantius magistri Iacobi de Monte Sancte Marie in Cassiano <civis Maceratanus publicus imperiali auctoritate notarius et nunc cancellarius et notarius reformati>
Ruolo: notaio
Iohannes dominus de Trevio <giudice del vicario (podestà?)>
Ruolo: testimone
Ciolus Nuccioli Petruccioli de Interampna
Ruolo: testimone
Polus Manfredi
Ruolo: testimone
Angelus Andructii Vasari de Interamna
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: originale
Regesto: Ser Thomas magistri Andree de Miranda, procuratore e amministratore di Iordanus de filiis Ursi - rettore e capitano generale della provincia del Patrimonio di S.Pietro in Tuscia - riceve da Valente Paulicti Manfredi - camerlengo del Comune di Terni - la somma di 60 libbre di denari cortonesi per il pagamento del censo annuo dovuto dalla città al conte di Sabina, rilasciando regolare quietanza.
Actum: Actum in palatio comunis de capite inferiori
19 agosto 1365
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
431PInvia segnalazione
287.1.0
Iohannes Aymerici de Parma <publicus apostolica et imperiali auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Ambrosius ser ser Petri de Corneto
Ruolo: testimone
Franciscus ser ser Stephani de Viterbio
Ruolo: testimone
Benedictus de Pepulis de Bononia
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Angelus Tavernini de Viterbio - tesoriere generale del Patrimonio di S.Pietro in Tuscia - dichiara di aver ricevuto a nome del Comune di Terni da ser Ludovicus Galganutii e Marianus Leonardi la cifra di 100 ducati (sic) imposti come sussidio nella provincia del Patrimonio per la liberazione e la acquisizione del castello di Soriano, essendo stata l'imposizione di 200 fiorini (sic) ridotta dallo stesso legato alla metà; il tesoriere rilascia quindi ai procuratori ternani la relativa quietanza di pagamento.
Actum: Actum in maiori sala domorum magistri Angeli posita in contrata Sancte Crucis
10 agosto 1366
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
432PInvia segnalazione
287.2.0
Gonscalchus Paschini de Vesalia <clericus coloniensis diocesis publicus apostolica et imperiali auctoritate notarius ac officialis et>
Ruolo: notaio
Tebaldus quondam Petri de Fano <giurisperito>
Ruolo: testimone
Marchus ser Terisini de Faventia
Ruolo: testimone
Mactheus Galvanelli de Ancona
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Angelus Iohannis de Fano - procuratore di ser Ramisinus de Ramisinis de Faventia, depositario della camera apostolica in Ancona - dichiara di aver ricevuto, per la taglia del 1366 (la "tallia militum" era un'imposizione per il mantenimento di soldati al servizio dell'esercito pontificio, nda), da Giliutius Andree e Acciaccha Mathei per conto del Comune di Terni la cifra di 200 ducati in quattro rate (60 per il mese di giugno, 60 per luglio, 60 per agosto e 20 per settembre) e rilascia a questi ultimi relativa quietanza di pagamento.
Actum: Actum in domo habitationis predicti depositarii
2 ottobre 1366
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
433PInvia segnalazione
287.3.0
Raymundus de Montinis <clericus auxitane diocesis publicus apostolica auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Deodatus dominus de Nogareto <mimathensis dyocesis>
Ruolo: testimone
Durandus Fogliarii de Claromonte
Ruolo: testimone
Folinotii de Fulgineo
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Ser Marchus Terrisini de Faventia, officiale della camera apostolica, dichiara di aver ricevuto, a nome di Ramisinus de Ramisinis de Faventia, depositario della stessa Camera in Ancona, 160 ducati d'oro da Marinus Leonardi e Angelutius Paganutii de Interampna per la taglia che la loro città era tenuta a pagare in occasione di una non meglio specificata lega. Lo stesso promette inoltre di consegnare detto denaro a Ramisinus perché sia posto tra gli introiti di quella istituzione.
Actum: Actum in domo episcopali
31 ottobre 1366
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
434PInvia segnalazione
287.4.0
Franciscus Zanelli de Ancona <apostolica et imperiali auctoritate notarius et nunc notarius camere ecclesie in ducato predicto>
Ruolo: notaio
Iacobus ser Guelfi de Civitate Castelli
Ruolo: testimone
Iohannes ser ser Petri de Cassia
Tipologia: quietatio
Tradizione: copia
Regesto: Il dominus Petrus Rostag[.]i de Sancto Crisppino - tesoriere della provincia del ducato spoletano - dichiara di ricevere tramite Stephanus Iacobi de Senis a nome di ser Ramesinus de Faventia - depositario della camere apostolica - da parte di Açacha Mathii, camerlengo del Comune di Terni, la cifra di 500 ducati, che quel comune era tenuto a versare alla camera apostolica tanto per la taglia della lega quanto per lo stipendio di mezza bandiera di cavalieri. Rilascia quindi relativa quietanza.
Actum: Actum in domo heredum domini Merolini domini Iohannis de Assisio habitatione domini thesaurarii
30 marzo 1369
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
435PInvia segnalazione
F, 28
Buono
Contrazioni del supporto; piccoli fori; macchie
Secolo XVIII: - Sub n° 192
Secolo XVII: - n° 4°
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 325178 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica