torna alla lista sintetica home page


preview






268.0.0
Tipologia: mandatum
Tradizione: originale
Regesto: Il cardinale legato Egidio Albornoz comunica al vescovo di Terni la revoca dell'interdetto e della scomunica da cui la sua città - soggetta "pleno iure" alla Chiesa romana - era stata colpita per essersi il Comune, il popolo e i cittadini ribellati al papa Clemente VI, ai suoi predecessori Giovanni XXII e Benedetto XII, alle loro costituzioni e ai loro mandati, ed aver invaso e mosso guerra contro molte terre e castelli fedeli alla Chiesa Romana, alleandosi con i suoi nemici e commettendo vari altri crimini confessati dallo stesso sindaco del Comune presentatosi al suo cospetto, avendo questi implorato umilmente il perdono e riconosciuto le proprie colpe e i propri delitti. Il legato affida quindi al vescovo il compito di raccogliere dai cittadini ternani di ambo i sessi, alla presenza di due notai, un giuramento di fedeltà da pronunciarsi secondo la formula riportata nella lettera stessa, di modo che, se avessero in futuro contravvenuto, sarebbero ricaduti "ipso facto" nella scomunica e nell'interdetto cui erano in precedenza soggetti e la stessa città avrebbe seguito la medesima sorte. L'Albornoz dispone quindi che vengano redatti dai sopradetti notai strumenti pubblici attestanti l'avvenuto giuramento e che in capo a due mesi gli vengano inviati. Segue la formula del giuramento. "Ego . . civis et incola civitatis Interamnensis subditus et fidelis S.R.E. iuro ad hec sancta Dei evangelia corporaliter manibus per me tacta quod ab hac hora in antea sum et ero fidelis Beato Petro sancteque romane Ecclesie sanctissimo in Christo patri et Domino domino Innocentio pape VI eiusque successoribus canonice intrantibus. Item quod non (…) in consilio vel facto aut auxilio quod dictus romanus pontifex vel successores eius seu eiusdem sedis legati de latere vel alii offitiales vitam perdant aut menbrum (sic) vel capiantur mala captione. Item quod consilium quod michi per se vel eorum licteras aut nuncios manifestaverint sine eorum licentia et consciencia nulli pandam. Item quod numquam ero, verbo, facto vel opere seu consilio, contra dictam romanam ecclesiam summumque pontificem et officiales suos qui nunc sunt et qui pro tempore fuerunt contra omnes homines mundi iuxta posse meum. Item quod numquam ero, verbo, facto, opere vel consilio quod aliquis imperator, rex, princeps, dux, marchio, baro seu quivis alius nobilis, notabilis, potentatus, universitas, communitas cuiuscumque terre eligatur nominetur, assumatur in dominum, rectorem, potestatem, capitaneum, defensorem seu gubernatorem aut quovis alio quesito colore vel nomine ad regimen seu officium quodcumque in dicta civitate interamnensi eiusque comitatu et districtu et constituciones papales maxime felicis recordationis Iohannis XXII et Benedicti XII loquentes de hac materia pro posse totaliter observabo. Item quod huiusmodi nominatis., electis seu assumptis ad regimen civitatis predicte eiusque comitatus et districtus sine licentia sedis apostolice speciali auxilium, consilium vel favorem publice vel occulte cuiuscumque dignitatis, preminencie, condicionis aut status extiterint, numquam prestabo sed iuribus in quantum potero repugnabo et omni modo, forma et via quibus melius potero obviabo sic me Deus adiuvet et hec sancta Dei evangelia"
Note tergali: - Sulla plica esterna: - a destra, nota dello scrittore: Alfonsus. - Sul dorso: - Al centro, nota di registrazione: R[egistra]ta CLXVI. - [Anno] domini MCCCL[V]IIII indictione XII die XII novembris - ass[…] per Ci[…]m Tacipti Lucaronis P[…] Vannis Ugolini et C[icho]lo Paciosi duobus ex prioribus iuxta plateam eorum residentie. (coeva, XIV) - Privilegium Comunis Interampne restitutionis in integrum directo episcopo [interampnensi]. (XIV-XV)
Actum: Datum apud Monteflasconem Balneoregiensis diocesis
Sigillo: 1
Descrizione sigillo: S.D.
4 ottobre 1354
membranaceo; 495 x 715mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
400PInvia segnalazione
F, 26
Buono
Inchiostri erasi in corrispondenza delle piegature
Secolo XVII-XVIII: - Sub n° 110 - Fascetto XI°.
Secolo XVII: - n° 23 - n° 2 - Mutius Iozzius deputatus.
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 10096 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica