torna alla lista sintetica home page


preview






19.0.0
Vannes ser ser Francisci domini Raynerii de Monteflascone <notarius>
Ruolo: roborator
Neapolionus ser ser Iacobi Galgani de Monteflascone <notarius>
Ruolo: roborator
Angelus magistri Iacobi magistri Phylippi de Monteflascone <imperiali auctoritate iudex ordinarius et publicus notarius>
Ruolo: notaio
Tipologia: copia autentica
Tradizione: originale
Regesto: Il notaio Angelus magistri Iacobi magistri Phylippi de Monteflasconi, alla presenza di due notai "roboratores" e di molti altri testimoni e su mandato del giudice del Comune di Montefiascone dominus Phylippus ser Petri de P(receno), redige copia autentica di una particella del registro della curia del Patrimonio relativa al castello di Miranda e alla città di Terni (cfr. atto di cui alla scheda 19.0.1).
Note tergali: - Pertinent[...] ad comune Interamne de facto [...] (XVI) - Exactio[nes] et gabelle [spectantes] ad rev[...] (XV)
Actum: in logia palatii dicti Comunis Montisflasconis
25 luglio 1335
membranaceo; 396 x 189mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
30PInvia segnalazione
19.0.1
Olricus
Ruolo: scriptor
Tipologia: copia in estratto
Tradizione: copia
Regesto: Olricus annota nel registro della curia del Patrimonio i diritti, i redditi e i proventi ("donecalia et manualia") che dominus Ofreducius da Miranda, a nome proprio e degli altri signori di quel castello (dominus Symon Maior e i figli di dominus Robertus) ha assegnato a [dominus] Baronus, castellano di Miranda (nominato da dominus Alatrinus rettore del ducato di Spoleto), esemplandoli da altre scritture reperite in un quaderno di papiro lungo e stretto, trovato nella sagrestia della chiesa di S. Francesco di Assisi, dove si trovava il tesoro della Chiesa di Roma, riposto in un forziere (cofano ferrato) nero contrassegnato con il n°119 (cfr. atto di cui alla scheda n° 19.0.2).
12 aprile 1234
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
Elia Rossi Passavanti. Interamna dei Naharti vol. II pp. 196, 203.
LAT
IT
B/N
31PInvia segnalazione
19.0.2
Tipologia: iura
Tradizione: copia di copia
Regesto: Frate Uguccio, cubiculario del papa, annota i diritti e i proventi che dai vassalli di Miranda ha appreso spettare alla rocca medesima, dichiarando in primo luogo che nel castello di Miranda vivono 73 uomini con le loro famiglie (habentes mansium seu facentes [fiamam]) che hanno ottenuto dalla curia romana una dichiarazione (assecta) che stabilisce definitivamente un censo complessivo di 40 libbre da corrispondere annualmente nella festa di Pasqua e definisce gli obblighi fiscali di ognuno in base alle proprie risorse economiche da corrispondersi nelle feste "per annum", fissa l'appalto del pedaggio della strada che conduce al porto delle Marmore a 100 libbre cortonesi, oltre ai criteri di esazione dello stesso, esentandone i cittadini Ternani e destinandone parte della rendita al Comune di Terni e parte ai signori di Arrone. Il copista aggiunge in extremis di non aver corrisposto ad alcuno nessuna parte della somma.
31 febbraio [senza anno]
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
Elia Rossi Passavanti. Interamna dei Naharti vol. II pp. 196, 203.
LAT
IT
B/N
32PInvia segnalazione
A, 2
Mediocre
inchiostri parzialmente erasi
Secolo XVI: 237
Secolo XVII: n° 8
Secolo XVII: n° 30 - Mutius Iozzius Deputatus. (depennato)
Secolo XVII-XVIII: Sub n° 8 (corretto in 7)
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 10233 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica