torna alla lista sintetica home page


preview






192.0.0
Iohannes Petri de Monteflascone <alme urbis prefecti auctoritate iudex ordinarius et notarius constitutus et nunc notarius camere dic>
Ruolo: notaio
Venerabilis vir Dominicus Orvieto <arcidiacono>
Ruolo: testimone
Stephanus frater <vicario “super spiritualibus”dell’ordine dei Cistercensi>
Ruolo: testimone
Gentilis de Sancto Geminiano <giudice>
Ruolo: testimone
Petrus de Polimartio <giudice>
Ruolo: testimone
Thomasius magister Angeli de Monteflascone <notaio generale del Patrimonio>
Ruolo: testimone
Iohannes magister Francisci de Balneoregio <notaio generali del Patrimonio>
Ruolo: testimone
Tipologia: quietatio
Tradizione: originale
Regesto: Dominus Guicto (Guicto de Nobilibus, Farnese, N.d.A. Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, I, p. 508) - vescovo di Orvieto, capitano del Patrimonio di S. Pietro in Tuscia, conte di Sabina e rettore "in spiritualibus" e "in temporalibus" delle città di Terni, Narni, Rieti, Todi e delle terre di speciale commissione - concede a Polictus Nicolai Stephani de Interamna - sindaco e procuratore del Comune di Terni - la sospensione di tutti i processi intentati nei confronti del Comune di Terni, del podestà e dei suoi officiali da dominus Guillelmus Coste - predecessore dello stesso Guicto nei medesimi incarichi - o dai suoi predecessori: per aver cessato di comparire o di inviare legittimi rappresentanti in parlamento senza tener in alcun conto le reiterate convocazioni inviate loro; per non aver pagato entro i termini, né oltre gli stessi, il censo dovuto alla Chiesa romana; per non aver fornito armati all'esercito che lo stesso dominus Guglielmus aveva inviato contro il castello di Magliano o per qualsiasi altro motivo. Assolve quindi gli stessi da tutte le sentenze e i bandi (per aquilianam stipulationem precedentem et acceptilationem subsequentem). Lo stesso rettore rilascia a Polictus quietanza di pagamento di 80 fiorini d'oro versati per la composizione della controversia e di 240 libbre di denari cortonesi relative ai due anni di censo (da versarsi in occasione della festa di S. Pietro in giugno) ancora dovuti dal Comune di Terni alla Chiesa. Viene inoltre specificato che, qualora fosse emersa dal computo di tale dativa la necessità di un'integrazione, il Comune sarebbe stato tenuto a versarla.
Note tergali: Note tergali: - […] comuni Interamne […] (illeggibile) (XIV) - Absolutio Interamnatum pro 240 libbris cortonensium (XVII)
Actum: Actum in palatio Montisflasconis in sala capelle
20 maggio 1320
membranaceo; 444 x 357mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
298PInvia segnalazione
D, 18
Mediocre
Contrazioni del supporto; inchiostri parzialmente erasi; macchie diffuse
Secolo XX: 19 (compare sia sul recto che sul verso)
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 4628 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica