torna alla lista sintetica home page


preview






142.0.0
Angelus Beralli Herrici <imperiali autoritate notarius>
Ruolo: notaio
Riccardus Andree
Ruolo: testimone
Nuçolus Ofredini
Ruolo: testimone
Bartholus Rocce Angeli Marie
Ruolo: testimone
Nicolaus Petri domini Gera[l]is
Ruolo: testimone
Nicola Pauli Clavarii
Ruolo: testimone
Cardinalis magister <notaio del podestà>
Ruolo: testimone
Symeon Savie
Ruolo: testimone
Tipologia: copia
Tradizione: originale
Regesto: Su mandato di Franciscus Iohannucii (de Campo regali, N. d. A.) - podestà della città di Terni - il notaio Angelus Beralli Herrici redige copia di 10 atti di pace stipulati da cittadini ternani nel periodo compreso tra il 13 giugno e il 24 agosto 1308.
Actum: Actum in domibus magistri Pauli Iohannis Gregorii
25 febbraio 1312
membranaceo; 340 x 242mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
222PInvia segnalazione
142.0.1
Andreas de Bacono Andree <(alme urbis prefectus autoritate notarius) et nunc notarius domini potestatis>
Ruolo: notaio
Poncellus de Sancto Eustachio <podestà>
Ruolo: testimone
Accuncia dominus <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Theodonus <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Franciscus Iohannutii de Camporegali
Ruolo: testimone
Iohannes de Spada
Ruolo: testimone
Iocosus dominus <giudice>
Ruolo: testimone
Tipologia: pax
Tradizione: copia
Regesto: Alla presenza del vescovo, del podestà, del suo socius, dei giudici della curia podestarile e di altri testimoni viene stipulata una "pace" (riconciliazione) tra cittadini ternani, con remissione e perdono di ogni ingiuria e offesa occorse tra le parti fino a quel momento e con l'impegno di osservare gli accordi tra le stesse, con l'obbligazione dei propri beni e sotto la pena di 300 canne di muro da versarsi per metà alla parte offesa e per l'altra metà alla camera comunis; nel presente "instrumentum pacis" Thomassonus Herrici e i suoi figli Angelittus e Francischittus (a nome proprio e di magister Andreas figlio dello stesso Thomassonus), Lucaronus Herrici, Urigucius Lucaroni, Petrus, Iohannucius e Tascittus Lucaroni Pauli Capetoni, Nicolaus Leonardi e suo figlio Paulictus (a nome proprio, di Iohannucius figlio dello stesso Nicolaus, e di Petrus Leonardi), stipulanti per loro e per i loro successori, si riconciliano con magister Petrus Thome, dominus Paulus e i suoi figli Iohannucius e Angelictus, Ciccorus Thomassoni e suo fratello Tascittus (a nome proprio e dei fratelli Petrucius e Iohannucius), Symon Malabranche, Rogerius Anestasii (a nome suo, di suo figlio Paulictus e di Scimonittus de lu prescione).
Actum: Actum in platea episcopatus dicte civitatis in publico parlamento et clero dicte civitatis
13 giugno 1308
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
223PInvia segnalazione
142.0.2
Andreas de Bacono Andree <notarius (alme urbis prefectus autoritate notarius) et nunc notarius domini potestatis>
Ruolo: notaio
Poncellus de Santo Eustachio <podestà>
Ruolo: testimone
Accuncia dominus <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Theodonus <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Iohannes Abra(a)mi <socio del podestà>
Ruolo: testimone
Tipologia: pax
Tradizione: copia
Regesto: Alla presenza del podestà, del suo socius e dei giudici della curia podestarile viene stipulata una "pace" (riconciliazione) tra cittadini ternani, con remissione e perdono di ogni ingiuria e offesa occorse tra le parti fino a quel momento e con l'impegno di osservare gli accordi tra le stesse, con l'obbligazione dei propri beni e sotto la pena di 300 canne di muro da versarsi per metà alla parte offesa e per l'altra metà alla camera comunis; nel primo "instrumentum pacis" Herricus Iachetti alias dictus golpe e suo figlio Iohannes (per se' e per i loro successori) si riappacificano con Cece e con suo figlio Nicolaus; nel secondo atto Iohannes Syniballi Pauli Iannis insieme ai figli Paulus, Petrucius e Nicolaus (per se' e per i loro successori) giunge ad una pace con (Marinittus) Pauli e i suoi fratelli Bescaça, Anestasius e Francischittus (stipulanti per se e per i propri successori) e con l'altro fratello Beccocius insieme a Paulus, Angelus e Lorençittus Anestasii; nell'ultimo atto della giornata Andriittus Benvenute Pagani, (Petriganus) Pagani con i suoi figli Franciscus e Nicolaus (stipulanti per se' e per i propri successori) si riappacificano con Franciscus Paulini Nicolai Iohannis (çaçurini), Bartholomittus Lucaritti Nicolai Iohannis Ie suo figlio Thomas (per loro e i loro successori)
Actum: Actum in domo filiorum Lucaroni Capetoni (Capetoni espunto N.d.A.)
14 giugno 1308
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
224PInvia segnalazione
142.0.3
Andreas de Bacono Andree <notarius (alme urbis prefectus autoritate notarius) et nunc notarius domini potestatis>
Ruolo: notaio
Poncellus dominus de Santo Eustachio <podestà>
Ruolo: testimone
Accuncia dominus <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Theodinus <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Iohannes Abra(a)m <socio del podestà>
Ruolo: testimone
Tipologia: pax
Tradizione: copia
Regesto: Alla presenza del podestà, del suo socius e dei giudici della curia podestarile viene stipulata una "pace" (riconciliazione) tra cittadini ternani, con remissione e perdono di ogni ingiuria e offesa occorse tra le parti fino a quel momento e con l'impegno di osservare gli accordi tra le stesse, con l'obbligazione dei propri beni e sotto la pena di 300 canne di muro da versarsi per metà alla parte offesa e per l'altra metà alla camera comunis; nell'unico atto della giornata magister Nicola fratris Rainerii e suo fratello Petrus, a nome loro e del proprio fratello Iohannucius (stipulanti per se e per i propri successori) si riconciliano con Cola O(d)di, Somarittus Gualterii, dominus Acto domini Herrici, Iohannucius Iacobi Eugenii, Iacobittus Beraldi e Anestasius Rovegloni (stipulanti per se' e per i propri successori).
Actum: Actum in domo Rogerii Somay ubi curia residet potestatis.
19 giugno 1308
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
225PInvia segnalazione
142.0.4
Andreas de Bacono Andree <notarius (alme urbis prefectus autoritate notarius) et nunc notarius domini potestatis>
Ruolo: notaio
Voltittus Signoritti
Ruolo: notaio
Iohannes Theodini
Ruolo: testimone
Herricus domini Angeli
Ruolo: testimone
Nicolaus Symeonis
Ruolo: testimone
Petrus Ufredini
Ruolo: testimone
Tipologia: pax
Tradizione: copia
Regesto: Alla presenza di alcuni testimoni viene stipulata una "pace" (riconciliazione) tra cittadini ternani, con remissione e perdono di ogni ingiuria e offesa occorse tra le parti fino a quel momento e con l'impegno di osservare gli accordi tra le stesse, con l'obbligazione dei propri beni e sotto la pena di 300 canne di muro da versarsi per metà alla parte offesa e per l'altra metà alla camera comunis; nell'unico atto della giornata Petrus domini Francisci (a nome suo e dei suoi eredi) si riconcilia con dominus Thomas Odonis (a nome suo e dei suoi eredi).
Actum: Actum in domo filiorum Lucaroni ubi curia residet domini potestatis
20 giugno 1308
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
226PInvia segnalazione
142.0.5
Andreas de Bacono Andree <notarius (alme urbis prefectus autoritate notarius) et nunc notarius domini potestatis>
Ruolo: notaio
Paulus dominus magistri Petri
Ruolo: testimone
Acto dominus domini Herrici
Ruolo: testimone
Paulus dominus Scaçioti
Ruolo: testimone
Theodinus dominus de Tarano <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Tipologia: pax
Tradizione: copia
Regesto: Alla presenza di alcuni testimoni viene stipulata una "pace" (riconciliazione) tra cittadini ternani, con remissione e perdono di ogni ingiuria e offesa occorse tra le parti fino a quel momento e con l'impegno di osservare gli accordi tra le stesse, con l'obbligazione dei propri beni e sotto la pena di 300 canne di muro da versarsi per metà alla parte offesa e per l'altra metà alla camera comunis; nell'unico atto della giornata Petrus Pagani e i suoi figli Franciscus e Nicolecta, insieme a Andriittus Benvenuti Pagani (per se' e per i propri successori) si riappacificano con Iohannucius Iacobi Eugenii (stipulante a nome suo e dei suoi figli) e con (.)as(.)ia Thomassoni (a nome suo e dei suoi eredi)
Actum: Actum in domo Rogerii Somay
22 giugno 1308
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
227PInvia segnalazione
142.0.6
Andreas de Bacono Andree <notarius (alme urbis prefectus autoritate notarius) et nunc notarius domini potestatis>
Ruolo: notaio
Paulus dominus Petri domini Iohannis
Ruolo: testimone
Nicolecta Rainerii
Ruolo: testimone
Masseus Anestasii
Ruolo: testimone
Tipologia: pax
Tradizione: copia
Regesto: Alla presenza di alcuni testimoni viene stipulata una "pace" (riconciliazione) tra cittadini ternani, con remissione e perdono di ogni ingiuria e offesa occorse tra le parti fino a quel momento e con l'impegno di osservare gli accordi tra le stesse, con l'obbligazione dei propri beni e sotto la pena di 300 canne di muro da versarsi per metà alla parte offesa e per l'altra metà alla camera comunis; nell'unico atto della giornata Petrus Marconi e suo fratello Negroçante, per loro ed il proprio fratello Massittus, Rugerius Nicolecte e suo figlio Angelittus (per loro ed i loro eredi) si riconciliano con Tachia Pappe e i suoi figli Angelittus e Francischittus, (..)ronus Pappe, Bartholus e Iacobucius Aceti, Gentilittus Pa(….) e Paulictus Blasioni (stipulanti a nome loro e dei propri successori)
Actum: Actum in domo filiorum Lucaroni
30 giugno 1308
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
228PInvia segnalazione
142.0.7
Andreas de Bacono Andree <notarius (alme urbis prefectus autoritate notarius) et nunc notarius domini potestatis>
Ruolo: notaio
Poncellus dominus de Santo Eustachio <potestà>
Ruolo: testimone
Andrittus domini Anestasii
Ruolo: testimone
Santus
Ruolo: testimone
(I)ontinus <famuli del podestà>
Ruolo: testimone
Vultuttius Signoritti
Ruolo: testimone
Iohannuncius Nicole Adelascie
Ruolo: testimone
Carlittus Gerardi
Ruolo: testimone
Angelittus Phylippitti
Ruolo: testimone
Tipologia: pax
Tradizione: copia
Regesto: Alla presenza del podestà e di alcuni testimoni viene stipulata una "pace" (riconciliazione) tra cittadini ternani, con remissione e perdono di ogni ingiuria e offesa occorse tra le parti fino a quel momento e con l'impegno di osservare gli accordi tra le stesse, con l'obbligazione dei propri beni e sotto la pena di 300 canne di muro da versarsi per metà alla parte offesa e per l'altra metà alla camera comunis; nell'unico atto della giornata Semenatus, Nicolaus Iacobi, Francischittus Nicole Mathac(ho)ni, a nome proprio e di Iohannittus e Silvestrittus (per loro ed i loro eredi) si riconciliano con Symon Antonii, Paulictus Nicole Antonii e Ciccorus Marchesis, che agisce anche a nome di suo padre Marchesis (per loro ed i loro eredi).
Actum: Actum in domo filiorum Lucaroni ubi curia residet domini potestatis
7 luglio 1308
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
229PInvia segnalazione
142.0.8
Andreas de Bacono Andree <(alme urbis prefectus autoritate notarius) et nunc notarius domini potestatis>
Ruolo: notaio
Poncellus dominus de Santo Eustachio <podestà>
Ruolo: testimone
Accuncia dominus <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Theodinus dominus <giudice del podestà>
Ruolo: testimone
Iohannes Abra(a)mi <socio del podestà>
Ruolo: testimone
Tipologia: pax
Tradizione: copia
Regesto: Alla presenza del podestà, del suo socius e dei giudici della curia podestarile viene stipulata una "pace" (riconciliazione) tra cittadini ternani, con remissione e perdono di ogni ingiuria e offesa occorse tra le parti fino a quel momento e con l'impegno di osservare gli accordi tra le stesse, con l'obbligazione dei propri beni e sotto la pena di 300 canne di muro da versarsi per metà alla parte offesa e per l'altra metà alla camera comunis; nell'unico atto della giornata Dominus Anestasius Francisci e Petrucius Penduri (per se' e i propri successori) si riconciliano con Iohannes Synibaldi e i suoi figli Paulictus, Petrucius e Nicolaus (stipulanti a nome proprio e dei loro successori).
Actum: Actum in domo filiorum Lucaroni
24 agosto 1308
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
230PInvia segnalazione
C, 14
Buono
Contrazioni ed erasione del supporto, con presenza di alcune gore; la c. 4 presenta un foro al centro
Secolo XVIII: Sub n°220
Secolo XVII: N°ii- Mutius Iozzus deputatus
Secolo XVII-XVIII: Fascetto n° 22
Secolo XX: 7
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 155322 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica