torna alla lista sintetica home page


preview






100.0.0
Iohannes Petri Benencase de Sancto Laurentio <giudice e notaio del Comune>
Ruolo: notaio
Nicolaus Petri Iohannis
Ruolo: testimone
Pichardus Somai
Ruolo: testimone
Paulus magister Iacobi
Ruolo: testimone
Nicola Elye
Ruolo: testimone
Tasciptus Gonelle
Ruolo: testimone
Iacobus magister
Ruolo: testimone
Petrus magister de Tuderto <notaio del podestà>
Ruolo: testimone
Tipologia: atto notarile
Tradizione: originale
Regesto: Il consiglio generale e speciale della città di Terni unitamente al podestà Simuccius Theodini (de filiis clarissimi de Tuderto) e su suo mandato, congregato come al solito nella casa dei figli di magister Paulus dove dimorano il podestà e la sua curia, nominano il camerlengo del Comune Iohannes Petri e Caldararius Petri procuratori della città, con l'incarico di promettere a magister Andreas domini Pauli - medico e cappellano di dominus frater Mactheus vescovo portuense, ossia Matteo di Acquasparta (che morirà di lì a pochi mesi il 28 ottobre 1302) - il pagamento di 400 fiorini d'oro e di 200 libbre di denari cortonesi a risarcimento dei danni causati alle case, alla loggia, alla torre e alle altre cose di sua proprietà che il comune tiene integralmente in suo possesso. Tale somma è la metà di quella cui il Comune fu condannato a suo tempo da dominus Raynerius de Vichio, ex auditore del palazzo papale, e il Comune tramite i suoi procuratori si impegna a pagare entro 6 mesi 200 fiorini e 100 libbre di denari cortonesi e una somma identica nei 6 mesi ancora successivi fino al totale risarcimento della metà dell'ammontare contenuto nella sentenza predetta.
Note tergali: - Instrumenta promissionis facte magistri [Andree]. (XIV) - 1302 : 13 : Junii. In consilio generali creantur procuratores et sindici ad promittendum solvere nomine comunis magistro Andree domini Pauli cappellano episcopi portuensis florenos 400 auri et libras 200 cortonensium pro refectione damnorum datorum in domibus, logia et bonis dicti magistri Andree, que comunitas integra retinet apud se. (XVII)
Actum: Actum in civitate Interampne in supradicto palatio.
13 giugno 1302
membranaceo; 541 x 225mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
160PInvia segnalazione
B, 10
Buono
gore
Secolo XVII (depennato): n°32 Mutius Iozzius deputatus
Secolo XVIII: Sub n°240, fascetto n°24
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 4101 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica