torna alla lista sintetica home page


preview






95.0.0
Anthonius ser Francisci Papanicole <imperiali auctoritate notarius et iudex ordinarius>
Ruolo: notaio
Riccerius dominus Ciuci de Cammereno <iudex Communis civitatis Interampne>
Ruolo: rogatario
Anthonius Petrutii Nicolutie <imperiali auctoritate notairus et iudex ordinarius>
Ruolo: roborator
Acciaca Macthii Rubey
Ruolo: testimone
Salvatus Brance
Ruolo: testimone
Petrus Macthii Santoricti
Ruolo: testimone
Tipologia: copia autentica
Tradizione: originale
Regesto: Il notaio Anthonius ser Francisci Papanicole di Terni - su mandato di dominus Riccerius Ciuci de Cammereno giudice del podestà della città di Terni - redige copia autentica di un atto del notaio Anestaxius Iohannis estraendola da altra copia autentica di mano del notaio Severinus Petri (l'originale è andato perduto mentre se ne conservano sia la copia qui usata come esempio - scheda 34 - che altra copia del 20 agosto 1366 - scheda 35) e di un altro strumento del notaio Iohannes (scheda 4) pervenutogli in copia di mano di Nicolaus Petri Iohannis (scheda 7).
Actum: Actum in palatio Comunis Interampne
19 agosto 1366
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
151PInvia segnalazione
95.1.1
Severinus Petri <imperiali auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Iacobus de Vetralla <iudex mallificiorum Comunis Interampne>
Ruolo: rogatario
Iohannes magister domini Pauli
Ruolo: testimone
Henriconus Eugenii
Ruolo: testimone
Johannes Antonii Nicolai
Ruolo: testimone
Franciscus Petri Massey
Ruolo: testimone
Tipologia: copia autentica
Tradizione: copia
Regesto: Il notaio Severinus Petri redige copia autentica dell'atto di cui alla scheda 95.1.1 su mandato del giudice dei malefici del Comune di Terni Iacobus e Vetralla e alla presenza di 4 testimoni.
Note tergali: - Transumptum venditionis castri Papinee cum transumpto pignorationis ipsius castri cum expressione confinium. (XV) - 1259 - Emptio castri Papinee. (XV-XVI) - 1259 . 3 . Maii - Dominus Anselmus quondam Transarici de Arrone vendit Petro Rustici sindico comunitatis Interamne totam partem suam castri Papinee pro pretio 675 librarum lucentium. Sequitur copia alterius instrumenti in pede filo colligata continens venditionem eiusdem castri cum pacto redimendi per alios dominos de Arrono facta die 12 martii 1220 ad favorem comunis Interamne. (XVII)
Actum: Actum in domo nepotis Petri domine Lavenie ubi curia per comune Interampne retinetur
19 giugno 1297
; 767 x 206mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
152PInvia segnalazione
95.1.2
Anastasius Iohannis <apostolice sedis auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Anselmus filius quondam domini Transarici
Ruolo: rogatario
Phylippus dominus <Intermpnensis episcopus>
Ruolo: testimone
Rogerius dominus Ga[nu]lii de Monte Flascone <nunc rector et iudex Interampne>
Ruolo: testimone
Nicolaus dominus di Montefalcone <giudice delle cause civili>
Ruolo: testimone
Matheus dominus Berarductii
Ruolo: testimone
Matheus dominus Thome Laurentii
Ruolo: testimone
Iohannes dominus Guidi domine Kere
Ruolo: testimone
Iohannes dominus Nicolai
Ruolo: testimone
Paulus dominus domini Iohannis Nicolai
Ruolo: testimone
Paulus magister Henrici
Ruolo: testimone
Tenalia Oddonis
Ruolo: testimone
Guido Synibaldi
Ruolo: testimone
Andreas Anestaxii Nicole
Ruolo: testimone
Petrus Costa Bentevengne
Ruolo: testimone
Iohannes Massey Enferni
Ruolo: testimone
Petrus Iohannis Damiani
Ruolo: testimone
Papa Eugenii
Ruolo: testimone
Beraldus Oddonis Eugenii
Ruolo: testimone
Michael Guidonis Berardi
Ruolo: testimone
Henricus domini Raynerii Henrici
Ruolo: testimone
Tipologia: venditio
Tradizione: copia di copia
Regesto: Anselmus filius quondam domini Transarici vende al prezzo di 675 libbre lucchesi a Petrus Rustici sindaco del Comune di Terni, acquirente per conto dello stesso Comune, la sua parte del castello di Papigno con tutte le sue tenute e pertinenze, monte Sant'Angelo e le sue tenute, le selve delle Marmore e l'acqua del lago che gli appartengono, con i redditi, i frutti, i diritti di passaggio e gli edifici e tutta la sua parte dei molini posti alle Marmore, ai piedi del castello di Papigno e nel suo territorio ed in genere tutti i beni di sua proprietà che si trovino nel territorio di Terni, di Miranda, di Rocca di Favo, di Rocca Accarina e del Lago (di Piediluco?) e negli altri territori, e cioè la quarta parte di quei possedimenti; riceve dal sindaco solo 350 libbre lucchesi poiché le restanti 325 sono trattenute dal Comune a risarcimento della sua quota del debito di 1300 libbre contratto dal medesimo e dagli altri Arroni nel 1225. (cfr. schede 34 e 35).
Actum: Actum in palactio domini pape et comunis Interampne
3 maggio 1259
; 767 x 206mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
153PInvia segnalazione
95.2.1
Nicolaus Petri Iohannis <Summi pontificis auctoritate notarius>
Ruolo: notaio
Henricus dominus Taliabovis <potestas>
Ruolo: rogatario
Matheus dominus Briganomis <iudex>
Ruolo: rogatario
Paulus dominus Iacobi Macarangi
Ruolo: testimone
Somaus Petri Serrandi
Ruolo: testimone
Bennenatus Iamboni
Ruolo: testimone
Petrus domini Gentilis
Ruolo: testimone
Iacobus domini domini Gentilis
Ruolo: testimone
Tipologia: copia autentica
Tradizione: copia
Regesto: Il notaio Nicolaus Petri Iohannis, su mandato del podestà Dominus Henricus Taliabovis, redige copia autentica dell'atto di mano del notaio Iohannes di cui alla scheda 95.2.2
Note tergali: - Suppignoratio castri Papinee (XIV) - Castri Papinee (XIV) emptio (XVII) - Della stessa mano del sec. XIV un disegno raffigurante una porta sovrastata da un torrione
9 ottobre 1277
; 736 x 161mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
154PInvia segnalazione
95.2.2
Iohannes <imperiali curia notarius>
Ruolo: notaio
Transaricus Rainaldi
Ruolo: rogatario
Transaricus Ottaviani
Ruolo: rogatario
Odo Rainaldi
Ruolo: rogatario
Thomas Aldebrandini
Ruolo: testimone
Pandulfus de Labro
Ruolo: testimone
Thomas Pandulfi de Labro
Ruolo: testimone
Thomas Atti
Ruolo: testimone
Donadeus
Ruolo: testimone
Tipologia: pignoratio
Tradizione: copia di copia
Regesto: Transaricus Rainaldi Arronis (per lui e per i fratelli Gentilis, Tomassus e Octavianus), Odo Rainaldi (per lui e per la sua parte) e Transaricus Ottaviani de Arrone (per lui e per suo fratello Gentilis e per i suoi cugini Octavianus e Rainaldus Anselmi) si impegnano a cedere a Lucas Boncontis, camerario della città di Terni, tutto il castello di Papigno, con tutti i suoi territori, dalle cave in su, con tutti gli usi e le utilità, e similmente le Marmore, in cambio di un prestito di 1300 libbre di buona moneta lucchese, con facoltà di riscatto; come interesse per la somma prestata, il comune di Terni percepiva tutti i diritti e i redditi dati dai due castelli e dai territori annessi. Se in capo ad un anno non si fosse giunti alla restituzione della cifra, il comune di Terni sarebbe divenuto proprietario dei beni. Qualora gli Arroni non avessero rispettato i patti, si sarebbero impegnati a pagare il doppio della cifra avuta.
12 marzo 1220
; 736 x 161mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
155PInvia segnalazione
B, 9
Ottimo
Secolo XV-XVI: . A . A
Secolo XVII (depennato): n° 19 - n° 7 Mutius Iozzius deputatus
Secolo XVIII: Sub n°279
Secolo XIX- XX: 6
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 50500 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica