torna alla lista sintetica home page


preview






715.0.0
V. Macharanus
Ruolo: scriptor
Tipologia: breve
Tradizione: originale
Regesto: Gregorio XIII, a seguito dell'intercessione di Flavius Ursinus (Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, III, p. 41), cardinale presbitero del titolo dei santi Pietro e Marcellino e legato a latere del papa, assolve le comunità e gli uomini della città di Terni e dei castelli di Rocca (San Zenone?), Miranda e San Motiliano dall'interdetto loro comminato e 140 privati cittadini (ternani e non) dalla sentenza di condanna al pagamento di una somma di 1.000 scudi ciascuno, alla confisca dei beni e all'esilio perpetuo; sentenza inferta in contumacia da Baptista Morriconus, commissario deputato "ad hoc" insieme ad altri giudici dallo stesso papa, a seguito degli episodi di violenza verificatisi durante la vacanza della sede pontificia e scaturiti a loro volta da altre sentenze precedentemente emesse da Bonifacius de Pasiis e Ioannes Franciscus de Bosiis, all'epoca giudici e commissari incaricati da Pio V di pronunciarsi su una controversia tra le comunità di Terni e Narni per questioni di confine. A seguito di queste sentenze, considerate vessatorie, gran parte del "populus" ternano, munita di armi anche proibite ("tormenta ferrea" ed "aeneae bombardae"), con alcuni abitanti di Miranda, Papigno, Rocca e San Motiliano e contro la volontà del governatore, dei priori, degli altri ufficiali e di molti "cives", si era recata presso la località detta "il formello" ed aveva devastato il "terminus" stabilitovi radendolo al suolo, quindi, non contenta, aveva arso le capanne dei contadini dei dintorni; aveva poi portato delle bombarde fino alle porte cittadine e circondato il palazzo del governatore perché fossero liberati dalle carceri i prigionieri; conseguito l'obiettivo si era abbandonata a violenze nei confronti del governatore, dei priori e di alcuni "cives"; in seguito si era diretta a Papigno (sottoposta al governo della Camera apostolica dopo essere stata sottratta a quello del Comune ternano) e assediatolo aveva costretto i suoi ufficiali a consegnare le chiavi del castello ai priori ternani. Grazie alle suppliche fattegli rivolgere dai ternani, Gregorio XIII decide comunque di cancellare la sentenza di Baptista Morriconus, considerando come non fosse stata la comunità nel suo complesso a commettere tali eccessi ma dei privati - per di più contro la volontà generale, di molti "cives" e delle autorità comunali - e come l'applicazione in contumacia della pena avrebbe costretto i magistrati cittadini a esiliare circa 1.000 persone (per altro non tutte ternane) con il serio rischio di resuscitare antiche inimicizie tra gli stessi "cives" e gli altri abitanti della città, dei castelli suddetti e forse anche di altri comuni; si attiene quindi alla composizione cui si è giunti con Monte Valenti, governatore di Roma, grazie anche all'intervento del procuratore fiscale, in base alla quale la città si impegna a pagare la somma di 10.000 scudi in monete, equivalenti a 8.500 scudi d'oro (di cui una prima rata di 6.000 dovrà essere versata quanto prima e i restanti 4.000 entro sei mesi) per liberare i suddetti privati dalla condanna loro comminata. Concede inoltre al Comune di imporre collette ed altre forme di tassazione che possano facilitare il reperimento in tempi brevi di tale cifra e di sospendere tutte le immunità e franchige concesse a chiunque.
Note tergali: - (…) sig(natu)ram (XVI) - Breve circa terminum amotum et concessio impositionis quatreni et aliorum pro faciliori solutione decem millium scutorum in quibus fuit compositum et revocatio exemptionum (XVII) - Breve […](XVI) circa terminum amotum et differentiam castri Papinee (XVII) - 12 ottobre 1573 (XVIII)
Actum: Datum Rome apud Sanctum Marcum
12 ottobre 1572
membranaceo; 553 x 716mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1020PInvia segnalazione
P, 70
Buono
Limitate zone di inchiostri caduti in corrispondenza delle piegature; piccolo taglio sul margine sinistro
Secolo XVIII: Sub n° X
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 10990 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica