torna alla lista sintetica home page


preview






710.0.0
Tipologia: breve
Tradizione: originale
Regesto: Pio V restituisce al Comune ternano la gestione e la titolarità dell'"introitus et exitus" e dei proventi (già appannaggio dell'amministrazione cittadina prima che il suo predecessore Pio IV glieli sottraesse affidandoli alla Camera apostolica) derivanti dalle pene comminate per crimini commessi nel territorio soggetto alla sua giurisdizione, ad eccezione di quelli provenienti da condanne per i reati di omicidio e di rottura di una pace e dalle confische di beni; a patto che la comunità esiga tali proventi entro sei mesi dall'emissione della condanna senza indulgenza alcuna e che torni a pagare il salario del governatore e del bargello (come era solita fare prima delle riforme di Pio IV).
Note tergali: - Breve apertum - habet signaturam (XVI) - Die 8 novembris 1577 - exhibita et cetera pro parte comunitatis Interamne contra Mar(tinum Elia) Baroncellum - Scipio Lilius notarius (XVII) - Restitutionis penarum et condemnationum factarum comunitati Interamne per papam Pium V. (XVII)
Actum: Datum apud Sanctum Petrum
13 agosto 1567
membranaceo; 464 x 682mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1013PInvia segnalazione
P, 69
Ottimo
Secolo XVII: n° 5°
Secolo XVIII: - Sub n° 2° - fascicolo n° 2°
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 8526 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica