torna alla lista sintetica home page


preview






708.0.0
Nicolaus Helia a Podivarino <clericus Taurinensis diocesis notarius apostolicus>
Ruolo: notaio
Tipologia: copiario
Tradizione: originale
Regesto: Registro cartaceo di 23 carte, con coperta in pergamena e legatura di tipo archivistico in pergamena con labbri rivoltati ed appuntati, contenente le diverse fasi dell'approvazione di un capitolato tra la città di Terni e le comunità dei castelli di Appecano e Acquapalombo proposto dall'arcivescovo di Rossano dominus Iohannes Baptista Castanei (Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, III, p. 286) per dirimere l'annosa controversia che opponeva le dette comunità relativamente a questioni di confine e diritti di pascolo.
Note tergali: - anno 1561 (XVIII)
Actum: Actum vari
27 luglio 1561
membranaceo; 280 x 217mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1005PInvia segnalazione
708.0.1
Nicolaus Helia a Podovarino <clericus Taurinensis diocesis notarius apostolicus>
Ruolo: notaio
Fulvius dominus Tholomei <senensis iurium doctor>
Ruolo: testimone
Mactius quondam Siliciangeli de Spoleto
Ruolo: testimone
Franciscus Bandini de castro Vulgiati <diocesis Comensis incola et murator Spoleti>
Ruolo: testimone
Tipologia: procuratio
Tradizione: originale
Regesto: Il consiglio generale delle comunità di Appecano e Acquapalombo-Valle Perachia, riunitosi su impulso di Quintilius, ufficiale dei detti castelli, per decidere se accettare o rifiutare il capitolato (articolato in nove punti e integralmente riportato) proposto da dominus Iohannes Baptista Castanei (Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, III, p. 286), arcivescovo di Rossano e commissario deputato "ad hoc" dal papa Pio IV per dirimere la controversia vertente da anni con Terni per questioni di confine, dopo aver espresso parere favorevole nomina quattro procuratori (due di Acquapalombo e due di Appecano) per sottoscriverlo al suo cospetto (cc. 1r - 6r).
Actum: Actum in loco dicto Valle Oberta seu Colpitie territorii eorundem castrorum (Appecano e Acquapalombo
27 luglio 1561
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1006PInvia segnalazione
708.0.2
Nicolaus Helia a Podivarino <clericus Taurinensis diocesis notarius apostolicus>
Ruolo: notaio
Fulvius dominus Tholomei <senensis iuris utriusque doctor>
Ruolo: testimone
Iacobus Gratius dominus <clericus mutinensis>
Ruolo: testimone
Philippus de Liberalibus de castro Capradozi <abbatie Sancti Salvatoris nullius diocesis>
Ruolo: testimone
Simon Paulus Maximi di Collestatte
Ruolo: testimone
Gentilangelus Follis Petri di Collestatte
Ruolo: testimone
Tipologia: ratificatio
Tradizione: originale
Regesto: Al cospetto di dominus Iohannes Baptista Castanei (Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, III, p. 286) - arcivescovo di Rossano e commissario deputato "ad hoc" dal papa Pio IV per dirimere la controversia vertente da anni tra la comunità ternana e quelle dei castelli di Appecano e Acquapalombo (cfr. scheda 708.0.1) -, di Titius Cidonius de Spoleto - cancelliere della comunità spoletina - e di Franciscus Stefanutii de Tuderto - cancelliere della comunità ternana - i procuratori delle due parti ratificano e sottoscrivono il capitolato (articolato in nove punti e integralmente riportato) proposto dal commissario suddetto che immediatamente dopo ordina il ricollocamento e l'eventuale erezione ex-novo delle cappelle e maestà previste dal capitolato per delimitare il confine tra i due territorii e le aree sottoposte a speciali regimi di concessione e quindi, su richiesta delle parti, annulla tutti i processi e le condanne emesse per reati inerenti alla controversia regolata con il presente concordato (ad eccezione di quelli istruiti per crimini quali l'omicidio e la violenza fisica); seguono le copie inserte del breve pontificio di nomina del commissario e della procura fatta dal consiglio generale del comune ternano ai suoi sindaci (cc. 6v - 20r).
Actum: Actum in aedibus ecclesiae Sancte Marie della Cruce de Colle Stati territorii ipsius castri
30 luglio 1561
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1007PInvia segnalazione
708.0.3
Nicolaus Helia a Podivarino <clericus Taurinensis diocesis notarius apostolicus>
Ruolo: notaio
Fulvius dominus Tholomei <senensis iuris utriusque doctor>
Ruolo: testimone
Iacobus Gratius dominus <clericus mutinensis>
Ruolo: testimone
Tipologia: mandatum
Tradizione: originale
Regesto: Il commissario dominus Iohannes Baptista Castanei (Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, III, p. 286 e schede precedenti) stabilisce che nei luoghi interessati dal capitolato convenuto tra la comunità ternana e quelle dei castelli di Appecano e Acquapalombo (e in quelli contigui) i ternani non possano affittare i pascoli ad uso di "bestias forenses" eccedenti il numero di 150 animali di grossa taglia e 2500 di piccola (c. 20v).
Actum: Actum in pallatio solite residentie dominorum priorum.
2 agosto 1561
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1008PInvia segnalazione
708.0.4
Marchus Palmerius de Montefortino Marchie Anchonetane <esecutore del bargello ternano>
Ruolo: testimone
Broglius Iohannis de Borgiachini Andree de Offida <esecutore del bargello ternano>
Ruolo: testimone
Nicolaus Helia a Podivarino <clericus Taurinensis diocesis notarius apostolicus>
Ruolo: notaio
Tipologia: possessio
Tradizione: originale
Regesto: Il sindaco e procuratore generale di Terni dominus Ioannes Georgius Percacioli insieme a Mutius Simonetti, uno dei membri del Consiglio di Credenza, e allo stesso notaio si recano nei luoghi spettanti alla comunità ternana sulla base di quanto stabilito nel capitolato appena concordato con con le comunità di Appecano e Acquapalombo e ne prendono possesso attraverso il consueto rituale alla presenza di Ponzanus Petripauli de Apechano e di altri rappresentanti della controparte.
8 agosto 1561
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1009PInvia segnalazione
708.0.5
Francesco Stefanucci ser da Todi
Ruolo: notaio
Tipologia: notula
Tradizione: originale
Regesto: Su mandato di alcuni rappresentanti della comunità ternana il cancelliere comunale Ser Francesco Stefanucci da Todi redige una nota della documentazione esistente nell'archivio pubblico della cancelleria comunale consegnata al commissario pontificio (c. 24rv)
28 giugno 1561
cartaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
ITA
IT
B/N
1010PInvia segnalazione
708.0.6
Francesco Stefanucci ser da Todi
Ruolo: notaio
Tipologia: notula
Tradizione: originale
Regesto: Nota della documentazione attestante i diritti goduti dalla comunità ternana prima e dopo la sentenza emessa dai presidenti e dai chierici della camera apostolica nel 1481 (cfr. schede n. 422, 522 e 534), conservata in parte nell'archivio pubblico della cancelleria comunale e in parte presso gli stessi notai roganti.
Note tergali: - Notula ad (…) in causa montis Rigonis (XVII)
[senza anno]
cartaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
LAT
IT
B/N
1011PInvia segnalazione
P, 69
Buono
gore
Secolo XVII: - N° (..)
Secolo XVIII: Sub n° 2°
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 330540 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica