torna alla lista sintetica home page


preview






707.0.0
Ioannes Savius <illustrissimi et reverendissimi cardinalis regentis notarius et cancellarius>
Ruolo: notaio
Tipologia: citatio
Tradizione: originale
Regesto: Alfonsus Carafa - cardinale diacono di Santa Maria in Domnica detto "napoletano", reggente della camera Apostolica, giudice ordinario della curia romana ed esecutore generale delle sentenze, delle censure e delle lettere apostoliche (Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, III, p. 36) - deputato dal papa ad esprimere una sentenza definitiva in merito al ricorso presentato dai ternani dominus Iohannes Andreangeli, Agabitus Nicole Tosi, Barnabeus Finochilli e Franciscus Ioannis Petri Iacobi contro il giudizio espresso dal commissario del castello di Cesi nella lite tra i medesimi e il fisco di quella comunità per presunte aggressioni e furti commessi ai danni di alcuni pastori, delle loro greggi e dei loro beni, ordina a tutte le autorità religiose e a tutti i notai pubblici presenti nella città e nella diocesi di Spoleto (e in generale a tutti i destinatari della lettera) di citare a comparire al suo cospetto i rappresentanti del fisco di Cesi e il predetto commissario (se reputasse suo interesse difendere e sostenere la sentenza espressa) per giustificare, entro sei giorni dalla ricevuta notifica, la propria posizione attraverso la presentazione della documentazione che le legittima, ricordando che la loro assenza sarà considerata contumacia e che perciò non impedirà il regolare svolgimento dell'iter processuale e ammonendoli a non procedere nell'esecuzione della sentenza fino a che non sarà espresso un giudizio definitivo pena l'applicazione di una multa di 2.000 ducati d'oro.
Note tergali: - Sped(izi)one della curia romana cioè o del cardinal Caraffa nella causa vertente tra alcuni particolari di Terni ed il commune e fisco di Cesi del 1560 (XVII)
Actum: Datum in palatio nostre residentie
24 aprile 1560
membranaceo; 432 x 265mm.
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1002PInvia segnalazione
707.0.1
Iohannes Maria Iacobonius <civis interamnas publicus apostolica et imperiali auctoritatibus notarius et iudex ordinarius>
Ruolo: notaio
Iohannes Baptista Fadulfus de Sancto Iemino
Ruolo: testimone
Deiofebus magistri Dominici de Castro Cisellium comitatus Spoleti
Ruolo: testimone
Iohannes Stephanus Iohannis de castro Procepti abbatie Florentilli
Ruolo: testimone
Tipologia: notificatio
Tradizione: originale
Regesto: Su istanza di dominus Iohannes Andreangeli, Agabitus Nicole Tosi, Barnabeus Finochilli e Franciscus Ioannis Petri Iacobi il notaio ternano Iohannes Maria Iacobonius notifica e consegna in copia la lettera retroscritta prima a Iohannes Campiocti de terra Sancti Iemini, luogotenente del cardinale di Sermoneta, signore e commendatario perpetuo di Cesi (Cfr. C. Eubel, Hierarchia catholica medii Aevi, III, p. 25) e poi a Gratianus sindaco e prucuratore fiscale dello stesso castello
3 maggio 1560
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1003PInvia segnalazione
707.0.2
Franciscus <cancellarius>
Ruolo: notaio
Tipologia: fede
Tradizione: originale
Regesto: I priori del Comune di Terni certificano l'identità di Iohannes Maria Iacobonius e la sua qualifica di notaio.
Sigillo: 1
Descrizione sigillo: S. I. D.
3 maggio 1560
membranaceo
Terni <territorio> - Storia - Fonti archivistiche
Terni - Archivio di stato - Regesti
Pergamene
LAT
IT
B/N
1004PInvia segnalazione
P, 69
Buono
fori e danni da erosione murina o infestazione da insetti
Secolo XVII: - n° 1
Secolo XVIII: Sub n°468
AST - Archivio di Stato di Terni

AbbreviazioniAbbreviazioni

Utilizzo a pagamento

Peso: 10287 MbyteRisoluzione: 300 dpi
Sta in: HD Farini


Torna alla lista sintetica